I benefici fisici e mentali dello yoga in gravidanza: parla Azzurra Tornioli

Sappiamo tutti che il movimento è molto importante per la salute e il benessere del nostro organismo. Non tutti i movimenti però sono adatti in un periodo così delicato nella vita di una donna come la gravidanza.

Oggi ho chiesto i benefici del praticare lo yoga durante l’attesa del nostro bebè ad Azzurra Tornioli, insegnante di yoga e creatrice di Yoga in gravidanza, il primo percorso online di yoga durante uno dei momenti più belli nella vita di una donna.

Secondo Azzurra, lo yoga apporterebbe sia benefici fisici alla futura mamma, sia benefici mentali. Scopriamoli insieme.

Ecco quali sono i 7 benefici fisici dello yoga in gravidanza:

  1. Mantiene il corpo attivo. Lo yoga aiuta a migliorare flessibilità, mobilità e forza in modo gentile così da contribuire al mantenimento di un corpo sano durante tutta la gravidanza.
  2. Aiuta a ridurre i disturbi più comuni quali nausea, mal di schiena, difficoltà di digestione, affaticamento ecc.
  3. Riduce il gonfiore e la pesantezza alle gambe e ai piedi
  4. Migliora l’ossigenazione del corpo e di conseguenza del bambino attraverso le tecniche di respirazione
  5. Favorendo la mobilità del bacino può aiutare il bambino a posizionarsi nel modo ottimale per parto
  6. Aiuta a conoscere e ad attivare/rilassare il pavimento pelvico in vista del travaglio e del parto
  7. Rafforza i muscoli della parte alta del corpo in vista dei primi mesi quando il piccolo sarà più propenso a stare in braccio.

Parliamo ora dei 9 benefici mentali dello yoga durante la gravidanza:

  1. Lo yoga guida ad un maggiore ascolto del proprio corpo aprendo così le porte a una gravidanza e ad un parto più consapevoli. Dove la futura mamma si sente protagonista e artefice di ciò che sta accadendo e non solo spettatrice.
  2. Aiuta in modo efficace nella gestione dello stress, del dolore e della paura del parto.
  3. Attraverso diverse tecniche di respirazione, che possono essere apprese con facilità, la futura mamma acquisisce degli strumenti che potrà utilizzare al bisogno. Ciò che rende unici questi strumenti è che non sono oggetti fisici che possono essere persi o dimenticati ma sono legati al respiro e quindi sempre accessibili ovunque ci si trovi.
  4. Migliora l’umore e aiuta a tenere a bada i pensieri scoraggianti.
  5. Migliora la qualità del sonno e combatte l’insonnia. Attraverso la meditazione, il rilassamento guidato e tecniche di respirazione permette di distendere la mente.
  6. Può agevolare un aumento dell’autostima e della fiducia nelle proprie capacità come conseguenza dell’aumentata conoscenza di sé, dell’acquisizione di una maggiore padronanza del proprio corpo e dell’iniziale riconoscimento delle proprie emozioni.
  7. Il lavoro di identificazione e accettazione dei pensieri, dei giudizi e delle emozioni pone le basi per una maggiore resilienza nel periodo del post parto e nei primi anni da genitore.
  8. Offre uno spazio unicamente dedicato a sé e al bambino, ritagliandosi il tempo per instaurare e coltivare il legame con il futuro nato.
  9. Dà la possibilità di fare comunità e di avere un confronto tra pari in un ambiente protetto

Scopri il percorso online di Yoga in gravidanza: i primi 14 giorni sono in regalo!